Come vendere casa in 30 giorni – Parte 1

Cambiare la disposizione dei mobili, dare un tocco del giusto colore, scegliere i complementi più adatti e curare l’illuminazione. Bastano pochi interventi, non strutturali e temporanei, assieme a un servizio fotografico realizzato da un professionista, per cambiare volto a una casa in vendita e far scattare il colpo di fulmine ai compratori.

Quando si decide di mettere in vendita una casa, nella maggior parte dei casi la prima mossa è quella di svuotarla. Ciò accade nel caso di appartamenti non di nuova costruzione, quindi sottoposte di recente a un trasloco. La mossa chiave invece è quella della tinteggiatura, che consente di rinfrescare le pareti eliminando gli aloni dei mobili e dei quadri presenti in precedenza. Questo primo passo è utile per permettere agli aspiranti inquilini di percepire efficacemente ogni spazio e immaginare di far proprio l’ambiente.

Evelin Sozzi Gestioni Immobiliari

Discorso diverso per gli appartamenti di nuova costruzione: questi godono di un grande appeal dovuto alle finiture moderne, ma a anche in questo caso è fondamentale mettere a proprio agio i potenziali inquilini: per far percepire la giusta grandezza dei vari ambienti, una soluzione può essere quella di arredare la casa con un mobilio a noleggio dettagli di design.

Secondo alcuni studi, rendere un appartamento più appetibile agli occhi degli acquirenti permette di accorciare i tempi di permanenza sul mercato di circa il 70%.

Innovativo è l’utilizzo della stampa digitale ad alta definizione per creare arredi in cartoni leggeri e funzionali. L’obiettivo? Abbattere i costi e ridurre i tempi necessari a concludere le compravendite.

Vedere, infatti, è molto più semplice che immaginare.

<< Ritorna al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *