Come risparmiare energia a casa: pochi semplici trucchi

La crisi energetica che sta colpendo l’Europa ci costringe a risparmiare energia: non è necessario compiere rivoluzioni nel proprio stile di vita, ma basterà seguire questi piccoli accorgimenti

1. Spegnere le luci e gli apparecchi elettrici quando non vengono utilizzati

Un primo suggerimento utile è quello di spegnere luci e gli elettrodomestici quando si esce di casa. Anche i computer, stampanti o router wifi dovrebbero essere spenti durante le ore notturne o mentre non li si utilizza.

Non è sufficiente nemmeno lasciarli in stand-by, così come lasciare inserita nella presa il caricabatterie dello smartphone o del tablet quando questo non è collegato al dispositivo.

2. Utilizzare lampadine a basso consumo

Le lampadine a basso consumo (a fluorescenza o Led) consumano meno di quelle a tungsteno o alogene e durano molto più a lungo. È vero che all’acquisto costano di più rispetto a quelle a incandescenza, ma il recupero dell’investimento è molto più rapido.

Bisogna inoltre valutare la lampada giusta per ogni ambiente della casa. Infatti, nelle stanze in cui non servirà un’illuminazione forte, sarà sufficiente una luce più soffusa (per esempio in camera da letto).

3. Scegliere elettrodomestici ad alta classe energetica

Molto spesso quando si effettua l’acquisto di un nuovo elettrodomestico si tende a sottovalutare la sua classe energetica in favore di un prezzo più economico. L’investimento fatto inizialmente verrà ripagato sull’importo mensile da pagare per i consumi energetici.

È importante ricordare che le etichette energetiche sono cambiate: se in precedenza la scala andava da A+++ fino a D, a partire dal 1 marzo 2021 la scala va da A a G.

4. Fare la doccia invece del bagno

Scegliere la doccia al posto della vasca da bagno è una delle soluzioni più immediate. Non tutti sanno che per riempire una vasca da bagno occorrono circa 150 litri d’acqua. Invece per ogni minuto di doccia si consumano circa 15 o 16 litri d’acqua. Naturalmente anche il tempo che si trascorre sotto la doccia può fare la differenza.

5. Gestire meglio il frigorifero

Il frigorifero è tra i pochi elettrodomestici che deve funzionare 24 ore su 24 ed è tra quelli che consuma maggiore energia. Per non incorrere in ulteriori sprechi bisogna assicurarsi che la temperatura sia tra i 4 e 5 gradi, mentre per il congelatore da meno 15 a meno 18 gradi. Cercare di aprire lo sportello il meno possibile e non riempirlo troppo perché l’energia richiesta per mantenere tutte le zone ugualmente fredde sarà maggiore.

6. Uso intelligente di lavatrice e lavastoviglie

Anche la lavatrice e la lavastoviglie sono elettrodomestici ad alto consumo, quindi converrebbe utilizzarli in fasce orarie in cui l’energia costa meno, solitamente tra le ore 20 e le ore 8. Utilizzare inoltre un programma di lavaggio possibilmente con la funzione Eco.

7. Usare poco forno e ferro da stiro

Per quanto riguarda il forno mantenere la temperatura interna uniforme ed evitare di aprire lo sportello aiuta a contenere gli sprechi. Rispetto a quello tradizionale, il forno a microonde consuma di meno. Per quanto riguarda il ferro da stiro, bisognerebbe limitare al minimo l’utilizzo di questo elettrodomestico magari prestando maggiore attenzione alla fase di stenditura.

Qualora perciò ci sia la necessità di fare un importante investimento per la propria casa è il momento di informarsi e di prepararsi all’evento, ormai sempre più incombente.

<< HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.